Tel. 049-5974558 - Cell. 333/6766215 335/8024605

Infortunio sul lavoro

Cadute, lesioni, incidenti in cantiere, in azienda o lungo il tragitto casa-ufficio. Quante volte le cronache parlano di infortuni sul lavoro? Episodi che, nella peggiore delle ipotesi, possono causare un’invalidità permanente o addirittura la morte del lavoratore, il quale deve essere sempre tutelato con un’assicurazione obbligatoria INAIL.

 

Quando si parla di infortunio sul lavoro?

Viene definito infortunio sul lavoro ogni trauma avvenuto “in occasione di lavoro” che sia riconducibile a una causa violenta, da cui sia derivata la morte o un’inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero un’inabilità temporanea assoluta che importi l’astensione dal lavoro per più di tre giorni. Ciò significa che rientrano in questa categoria non solo gli incidenti occorsi nei luoghi in cui si opera (la fabbrica, il cantiere, il negozio o l’ufficio…), ma anche quelli che possono accadere in itinere, cioè nel percorso seguito dal lavoratore per raggiungere l’azienda e per poi tornare a casa, negli spostamenti per la pausa pranzo o in quelli necessari per recarsi da un luogo di lavoro all’altro. L’Inail inoltre annovera fra le “cause violente” anche fattori come sostanze tossiche, sforzi muscolari, microrganismi, virus o parassiti, particolari condizioni climatiche o microclimatiche. Il danno arrecato da tali agenti deve però essere immediato e non diluito nel tempo, altrimenti non si parla più di infortunio sul lavoro, ma di malattia professionale, assicurata anch’essa con INAIL, avvenuta “in occasione di lavoro” (come per l’infortunio) ma necessitante di un rapporto causale o concausale con il rischio professionale, che a sua volta può essere provocato dal lavoro che l’assicurato svolge, oppure dall’ambiente in cui lo svolge.

 

Quali diritti per i lavoratori?

L’Agenzia Infortunistica Stradale Li.Co. di Cittadella offre ai suoi clienti assistenza e aiuto a tutto campo per far valere i propri diritti e per veder riconosciuti tutti i tipi di risarcimento previsti dalla legge, compreso il “danno differenziale”, un rimborso aggiuntivo dovuto a chi abbia subito un danno di tipo morale, biologico, patrimoniale o esistenziale maggiore rispetto a quello indennizzato dall’Inail. Potendo contare su un avvocato interno, Li.Co. è in grado di seguire il vostro procedimento non solo in fase extragiudiziale ma, qualora sia necessario, anche in tribunale o nella sede di giustizia opportuna.